giovedì 26 aprile 2012

Salsa Cocktail

Piccolo-spazio-cocktail. Ogni tanto ci vuole. In verità di alcolico in questa salsa c'è solo il cognac, per il resto si tratta di una mescolanza di prodotti quali ketchup, maionese, senape e la Worcester sauce. Confesso che i singoli ingredienti della mia salsa non sono home made, ovvero ho preso i vari tubetti, li ho schiacciati, mescolati et voilà! ho fatto la salsa. Certo, a questo punto avrei potuto benissimo acquistarla già bella e pronta, dal momento che esiste preconfezionata come tutte le altre salse. Ma vogliamo mettere l'eccellente qualità del mio cognac? Sgraffignato dalla credenza dei parents (con la complicità materna) e ormai compagno dei miei goccetti serali. Una bottiglia di tutto rispetto, signori. Regalo del sessantesimo compleanno di mio padre e finito sotto chiave insieme alle altre innumerevoli bottiglie di cui il buon babbo avrà perso memoria.

Eh, già. Mio padre è un conservatore nato e conserva di tutto senza distinzioni di massa, peso ed età. Il suo motto è "un giorno potrebbe tornarci utile" e questo vale anche per le luci di Natale che non si accendono più (ma che potrebbero essere riparate, un giorno); mobiletti anni '70 provenienti dal vecchio mobilio della vecchia casa e depositati in giardino; barattoli di ogni forma; attrezzi del suo passato da chimico e cianfrusaglie di ogni tipo che si ammucchiano in un'apposita dependance ormai da parecchi anni. Mia madre è l'esatto opposto, lei fionda tutto in "archivio 3" ancora prima di capire se l'oggetto in questione potrà esserle utile in futuro. Quindi è guerra aperta. Solo che ogni tanto la padrona di casa fa un giro di tacita pulizia e allora la pace regna fino a quando mio padre non si mette in testa di recupare un vecchio oggetto che "ricordo perfettamente di aver conservato!". Ma che non troverà mai più, pace all'anima degli oggetti "perduti".

 E io? Io sono una conservatrice moderata. Ho ereditato entrambi gli aspetti e quindi tendo ad accumulare ma anche a fare drastiche pulizie. A volte sento nostalgia di ciò che butto in momenti di pura foga-da-sacco-della-spazzatura, ma nella maggior parte dei casi mi sento più leggera.

Ingredienti:

1/2 bicchierino circa di Cognac
30 ml di panna fresca
15 gr di senape
1/2 cucchiaio di Worcester sauce
100 gr di maionese
40 gr di ketchup

Amalgamare il ketchup con la maionese e aggiungere - sempre mescolando - la Worcester sauce e il cognac. La salsa acquisterà subito un bel colore rosato e un sapore molto particolare dato dall'aroma alcolico del cognac e dal piccante-agrodolce della Worcester. Unire infine la senape e la panna semi montata e mescolare con cura. Riporre la salsa in frigo per almeno un'ora prima dell'utilizzo.
Ottima con il pesce (famosa con l'antipasto di gamberetti) ma azzeccata anche come farcitura di panini e piadine. Ho fatto una gradevole scoperta utilizzandola nella mia insalata di riso.

1 commento: